Vai al contenuto

Mondo convenienza, crimine è lo sfruttamento non la protesta

𝗧𝘂𝘁𝘁𝗲 𝗲 𝘁𝘂𝘁𝘁𝗶 𝗮𝗹 𝗳𝗶𝗮𝗻𝗰𝗼 𝗱𝗲𝗶 𝗹𝗮𝘃𝗼𝗿𝗮𝘁𝗼𝗿𝗶 𝗱𝗶 𝗠𝗼𝗻𝗱𝗼 𝗖𝗼𝗻𝘃𝗲𝗻𝗶𝗲𝗻𝘇𝗮.

Siamo di fronte a un’azienda che senza vergogna schiavizza, reprime, viola i contratti e si libera dei dipendenti scomodi.

Non crediamo proprio, però, che i lavoratori in sciopero a Torino e in tante città si facciano intimidire da questo. Sono abituati, purtroppo, a sopportare prove durissime.

I lavoratori di Mondo Convenienza di Settimo Torinese chiedono solo che ci sia un fine turno, che vengano loro riconosciuti straordinari e indennità di trasferta se sono fuori città, che il salario sia dignitoso, che il lavoro sia sicuro.

Chiedere tutto questo è davvero così scandaloso da richiedere addirittura l’uso della forza da parte della polizia?

Le prefetture e le questure del nostro Paese dovrebbero trattare come crimine lo sfruttamento, non la protesta. Le forze dell’ordine difendano l’umanità, non il diritto al profitto.

Sappiano la società e il Governo che non c’è sabbia che andrà sotto il tappeto. L’ostentazione arrogante di forza e illegalità non funzionerà.

Noi siamo con quei lavoratori, saremo nei luoghi in cui protestano e invitiamo tutta la cittadinanza a fare lo stesso.

Dal Parlamento Marco Grimaldi – Alleanza Verdi Sinistra continuerà a chiedere un intervento del Ministero del Lavoro e del Ministro degli Interni, perché tutto questo non può essere tollerato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *