Carlo Pignatta

Ho 26 anni e sono un musicista, chitarrista classico, e giurista. Sono cresciuto a Saluzzo, in provincia di Cuneo, e mi sono trasferito a Torino per l’università e per il lavoro, ormai 8 anni fa.


Nipote di un partigiano garibaldino, la politica ha sempre fatto della mia vita, sin dal periodo
scolastico.

Ho fatto parte della Federazione degli Studenti negli anni del liceo e sono stato rappresentante d’istituto e rappresentante nella Consulta provinciale degli studenti. Negli anni successivi, mi sono dedicato all’associazionismo, con l’ANPI e con Libera.

Con la laurea in Giurisprudenza, ho avuto la possibilità di toccare con mano la realtà carceraria, analizzando, nella tesi di laurea, le attività musicali in carcere come percorso di riabilitazione dei detenuti. Per questo, ho avuto la possibilità di collaborare con l’associazione Antigone e con il Professor Claudio Sarzotti, mio relatore e presidente della sezione piemontese dell’associazione.